Donare il sangue è semplicemente importante

Di tutto un po': argomenti a tema libero non compresi nelle altre sezioni
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 20/08/2010, 14:12

Vi ho già anticipato che oggi sono stata in ospedale per il prelievo del sangue (viewtopic.php?f=33&t=182&p=44943#p44943): con l'occasione ho pensato di informarmi per diventare donatrice di sangue, ma una volta lì ci ho ripensato... :penso2: Vi spiego.
L'infermiera che mi ha fatto il prelievo ha proceduto in modo diverso dal solito: sono 15 anni, se non più, che durante i prelievi del sangue (miei o di parenti) osservo gli infermieri che fanno il prelievo e prima non mi era mai capitato di vedere una cosa del genere. Mi è stata data una pallina della forma di una da tennis, ma del tipo antistress, e mi è stato chiesto di aprire e chiudere la mano con quella dentro; poi mi è stato chiesto di stringere la pallina (al momento di infilare l'ago) e dopo di aprire la mano (durante il prelievo del sangue) e la pallina mi è stata tolta. Forse è un modo più rapido per far capire alla gente quello che deve fare... :boh: O forse questa procedura è legata al fatto che dovevano prelevarmi molto sangue (mi pare 4 fialette o forse 5)...
Durante il prelievo l'infermiera urlava con un'altra e discutevano di una collega che non si è comportata da amica e ha fatto piangere l'infermiera che mi stava facendo il prelievo (avrà avuto 40 anni e di sicuro un figlio, visti i disegni attaccati al muro). Mi stavano rimbambendo e nemmeno guardare il mio sangue fluire mi distraeva... :ko2:
Quando ha tolto l'ago ho tenuto l'ovatta premuta sulla ferita mentre l'infermiera piegava un pezzo enorme di garza e strappava del nastro adesivo enorme.
Il braccio mi faceva male e non vedevo l'ora di scappare via...
Durante il lungo viaggio di ritorno sono stata con il braccio immobile, ma ho visto la garza riempirsi di sangue fino a raggiungere il nastro adesivo, nonostante fosse bello stretto: i miei genitori si sono impressionati vedendo tutto quel sangue quando, 4 ore dopo il prelievo, ho staccato il nastro adesivo, quindi vi risparmio la visione. Però il buco enorme con già il livido intorno ve lo mostro.
La domanda è: il braccio mi fa male perché l'infermiera mi ha prelevato tanto sangue, perché era presa da altro mentre prelevava o per entrambe le cose? :perplesso7: Già in passato mi hanno prelevato molto sangue varie volte: ricordo un buco un po' grande, ma nessun dolore e niente livido subito dopo (ci sono volute molte ore)... :penso:

Inoltre leggo in uno dei link del post d'apertura:
Donazione di sangue intero Il prelievo di sangue intero è assolutamente innocuo per il donatore e ha una durata di circa 5-8 minuti. Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centimetri cubici +/- il 10%.
Non vorrei sbagliare, ma mi pare di aver letto 5 cc su una delle fialette di oggi... Quindi quando si dona il sangue vengono riempite 90 fialette? :shock6: In effetti, 8 minuti... In che condizioni troverei il mio braccio? :occhi:

Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 18726
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Contatta:

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Rob » 20/08/2010, 14:48

Secondo me quell'infermiera non era molto capace oppure, ancora peggio, era distratta e non ha fatto troppa attenzione. 5 centimetri cubici sono una quantità usuale per una fialetta, direi che ci hai visto bene. I donatori riempiono quasi 90 fialette, fa un po' impressione a dirlo così ma del resto 450 centimetri cubici di sangue non sono una quantità indifferente, si tratta di quasi mezzo litro.

Avatar utente
Timida26
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 6752
Iscritto il: 30/05/2008, 13:09

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Timida26 » 24/08/2010, 12:31

Concordo con Rob, l'infermiere non era competente

Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 31/03/2011, 21:19

Domani avrò la risposta a questa domanda:
[quote="Fenice";p=44949]Non vorrei sbagliare, ma mi pare di aver letto 5 cc su una delle fialette di oggi... Quindi quando si dona il sangue vengono riempite 90 fialette? :shock6: In effetti, 8 minuti... In che condizioni troverei il mio braccio? :occhi: [/quote]
Infatti oggi ho saputo che domani un furgoncino Avis sarà presente dalle ore 8.00 presso l'infermeria del luogo di lavoro in cui sto da 2 settimane: una signora con cui lavoro tutto il giorno dona il sangue ogni anno e lo farà anche domani, così alle 7.45 ci vediamo nel parcheggio e andiamo a donare il sangue insieme. Verrà riempita una sacca di sangue... :occhi:
Oggi mi hanno consegnato un volantino in cui ci sono molte indicazioni utili e anche i criteri di esclusione del donatore (sia temporanea che permanente). Io posso donare. :sorriso2:
Sono le stesse cose, più o meno, che leggete qui.

Avatar utente
marika
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 7324
Iscritto il: 17/06/2008, 17:16

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da marika » 31/03/2011, 21:56

Ma sai che oggi ne stavo parlando anche io in università? Mi stava riprendendo l'idea, peccato che non sto al massimo della forma e potrei svenire di nuovo nel momento del prelievo :lingua6:
Brave Fenice! Facci sapere come va :ok:

Avatar utente
S_RCS
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 2143
Iscritto il: 29/05/2008, 15:32

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da S_RCS » 31/03/2011, 22:24

ho riletto il mio post, e penso di essermi sbagliato...il mio gruppo è A + non 0+ come avevo detto.
le possibilità di esclusione possono essere anestesie parziali (6 mesi) anestesie totali (1 anno) aspirine (1 settimana), poi non ricordo.
dai tranquilla fenice, appena finito ti pagano anche la colazione :)
dovrei tornare anche io, ma non ho mai tempo...la prossima settimana cerco di organizzarmi

Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 31/03/2011, 22:28

Se non lo sai tu qual è il tuo gruppo sanguigno...
I criteri di esclusione del donatore sono elencati nel volantino che vedete nel mio post precedente ed alcuni anche nel link.
Mi preoccupa solo che fine farà il mio braccio, visti i precedenti.

Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 01/04/2011, 16:26

Oggi ho finalmente donato il sangue in una clinica mobile dell'Avis! :applauso2:
Le donazioni iniziavano alle 8.00, ma alle 7.45 io ero già sul luogo del prelievo: la clinica mobile è arrivata dopo di me e i donatori abituali avevano fatto la cosa furba di creare una lista dell'ordine di donazione; ero la quinta.
La donazione è stata preceduta dalla compilazione di una scheda con varie domande di routine per avere una sorta di quadro clinico; tra le altre cose volevano sapere se ho avuto febbre dalla causa sconosciuta (FUO) e ho barrato il sì, anche se una donatrice abituale mi ha detto che potevo evitare di farlo per evitare questioni. Invece sono stata sincera e ho anche precisato che non sono sottoposta a cure farmacologiche, ma prendo la pillola anticoncezionale.
Quando è stata la volta della visita medica, il medico mi ha chiesto se sono in salute senza nemmeno dare uno sguardo alla scheda; ho risposto di sì, ma ho ripetuto a voce della pillola anticoncezionale e il medico mi ha detto che posso donare senza problemi; poi ho aggiunto della FUO e ha voluto sapere quando ho avuto questo problema (si è appuntato 2007-2008). Mi ha fatto subito l'analisi dell'emocromo facendo un piccolo buco sulla punta dell'anulare sinistro: mi ha detto che l'emoglobina è un po' bassa (12,6) ma posso donare perché è nella norma (tra 12,5 a 15,5 g/dl). Dato che la mia alimentazione è molto varia, ho chiesto come posso fare ad innalzare questo livello e il medico ha detto che l'unica cosa è assumere più vitamina C: mia madre ha detto che a cena mi mangio una bistecca con gli spinaci seguita da macedonia di fragole e kiwi. :risata4:
Il medico mi ha chiesto se avevo fatto colazione e ho risposto di no; allora ha aggiunto che bisogna sfatare questa cosa che prima di donare il sangue non bisogna fare colazione, anzi è meglio farla: però non bisogna mangiare grassi (latte, cornetti, Nutella,...), ma bere caffè o tè con lo zucchero oppure succhi di frutta e mangiare fette biscottate o biscotti secchi con miele o marmellata. Così mi ha fatto prendere un caffè prima di entrare nella clinica mobile; quando ho detto "senza zucchero" al signore addetto a cibo e bevande il medico mi ha sentito e ha reclamato che dovevo prenderlo con lo zucchero perché è proprio per quello che me lo faceva prendere. Forse aveva paura che io svenissi...
Le 4 postazioni erano tutte occupate e appena se n'è liberata una sono entrata. La donazione è andata bene: hanno avuto molte accortezze nel prelevarmi 450 cc di sangue sapendo che era la prima volta per me (il medico l'ha scritto sulla scheda che ho portato nella clinica mobile). Però non sono servite: non ho avuto malori o giramenti di testa e mi hanno anche chiesto se volevo vedere il mio sangue (ovviamente ho risposto di sì :lol: ). Il ragazzo era molto simpatico e distraeva le persone per far passere il tempo più in fretta (in tutto sono stata 10 minuti dentro la clinica mobile), la ragazza... mi ha riconosciuto dopo oltre 10 anni che non mi vedeva: mi ha detto dove vivo, che scuola ho fatto,... Ricordava anche che facevo una classe meno di lei: ha detto che sono cambiata un po'... Vorrei vedere!
Il mio braccio sta benissimo: ho porto il sinistro dove la vena si vede meglio, ma anche perché il destro poi mi serviva per lavorare (anche se oggi solo mezza giornata); la ragazza mi ha infilato l'ago facendomi appena sentire che entrava.
Dopo ho potuto scegliere tra cornetti di tutti i gusti, saccottini ed altre paste: ho preso un saccottino con il cioccolato e un tè (un altro caffè non mi andava); poi il signore che mi aveva dato cibo e bevande mi ha rincorso fuori dalla porta per darmi anche una bottiglietta d'acqua.
Ad ottobre dono di nuovo il sangue: volevo farlo da tempo (come avete letto) ed ora ho deciso di farlo due volte l'anno (le donne non possono farlo 4 volte l'anno, come gli uomini). :ok:
Il risultato dell'analisi dell'emocromo me l'hanno dato subito; gli altri risultati arriveranno a casa tra una ventina di giorni.
Immagine

Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 27/09/2011, 16:07

Il 7 ottobre donerò il sangue per la seconda volta dopo l'esperienza di aprile 2011: spero che il mio sangue sia utile a qualcosa dopo la settimana di feste e cibo che mi aspetta (viewtopic.php?f=33&t=182&p=55644#p55644). :occhi: Magari il 5 e il 6 cercherò di mangiare solo cose salutari e di evitare gli eccessi... :lingua6:

Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 30466
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi

Re: Donare il sangue è semplicemente importante

Messaggio da Fenice » 07/10/2011, 10:16

Oggi è 7 ottobre e ho donato il sangue per la seconda volta; la mia collega è fuori per lavoro, così sono andata da sola. Ero la decima, ma prima di me c'erano solo 4 persone (le altre erano state messe in lista da qualcuno, ma non erano ancora arrivate); di queste 4 una aveva la pressione troppo bassa, l'altra l'emoglobina Hgb inferiore a 13 (per gli uomini deve essere tra 13,5 e 16,7 g/dl mentre per le donne tra 12,0 e 16,0 g/dl), quindi sono stata la terza.
Il prelievo e finito poco dopo quello della prima persona, mentre la terza ancora donava: non so se perché mi hanno prelevato meno di 450 centimetri cubici (ma la sacca mi pareva uguale alle altre) oppure se perché ho "pompato" più rapidamente.
Il primo donatore si è sentito male ed è rimasto sul lettino fino a dopo che il secondo si è alzato; io non sono stata la prima ad andare via, né la seconda, ma la terza perché c'è stato un piccolo inconveniente: il sangue non si fermava e sono stata 5 minuti ancora dopo il primo controllo per farmi alzare. Anche dopo i 5 minuti il sangue non si fermava: l'infermiera ha messo 2 cerotti e mi ha spiegato che si è formato un ematoma. Non se se è colpa del mio "pompaggio rapido" o dell'ago messo male; quel che è certo è che mentre preparava l'ago chiacchierava e si è fermata solo un secondo (dicendo "aspetta") nell'istante in cui infilava.
Va be', non fa niente: mi fa un po' male il braccio, ma passerà. Dopo mi sono mangiata un saccottino con il cioccolato e ho bevuto un cappuccino. Poi mi hanno dato la solita bottiglietta d'acqua da mezzo litro.
Durante la donazione medico ed infermieri combattevano con dei "concorrenti": le zanzare. :goccia3: Al primo donatore hanno dato un morso gigante sul collo e io ne ho schiacciata una tra la tenda e il vetro.

Rispondi