Stellarium - Una finestra sul cielo

Recensioni, trucchi e consigli per utilizzare al meglio i nostri programmi
Rispondi
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19134
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:
Contatta:

Immagine
Stellarium è un planetario gratuito Open Source per il vostro computer. Mostra un cielo realistico in 3D proprio come lo vedreste ad occhio nudo, con un binocolo o un telescopio. Viene utilizzato anche in planetari in videoproiezione. Imposta semplicemente le tue coordinate e vai!


Girando in rete mi sono imbattuto in questo interessante software che simula la volta celeste in maniera molto fedele e realistica, elaborando in tempo reale la rotazione terrestre. Così, impostata la località di osservazione (Pannello di configurazione > Località > selezionare dalla mappa > Salva la località) si può osservare l'evolversi del cielo proprio come accadrebbe nella realtà, nell'alternarsi del giorno e della notte. Moltissime le opzioni disponibili: è possibile ad esempio controllare il tempo (accelerarlo o rallentarlo) per far scorrere le giornate alla velocità desiderata, sia in avanti che a ritroso, funzione di zoom, svariati elementi visualizzabili o meno attraverso comodi pulsanti (griglie delle coordinate, nomi, mappe stellari, ecc.). Interessante anche la possibilità di registrare degli eventi presenti, passati o futuri (es: eclissi) attraverso degli script.


Caratteristiche
◊ cielo
  • oltre 120,000 stelle del catalogo Hipparcos, incluse informazioni per ogni oggetto
  • asterismi e illustrazioni per ciascuna costellazione
  • immagini di nebulose
  • una Via Lattea assai realistica
  • un'atmosfera altrettanto realistica con alba e tramonto
  • i pianeti e i loro satelliti
◊ interfaccia
  • uno zoom molto potente
  • controllo sul tempo
  • scripting per registrare e lanciare le vostre presentazioni
  • proiezione ad occhio-di-pesce per proiezioni sotto cupola
  • interfaccia grafica ed un completo controllo da tastiera
◊ visualizzazione
  • griglie equatoriali e altazimutali
  • scintillazione stellare
  • individuazione singole stelle
  • simulazione delle eclissi
  • panorami su misura
◊ personalizzazione
  • aggiungete i vostri propri oggetti di cielo profondo, panorami, immagini di costellazioni, scripts...


Link
:freccia2: Homepage
:freccia2: Pagina del download
:freccia2: Guida dell'utilizzatore v. 0.10.2-1(Eng-PDF)
:freccia2: Guida in Italiano 0.7.1-1 (PDF)
:freccia2: Download script
:freccia2: Download scenari

Screenshot
Immagine
Immagine
Immagine

..e per finire, visto che molto probabilmente non la vedrò :sonno5: (ma neanche per molto :lingua6:), la prossima alba dalla mia finestra :felice:
Immagine
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31338
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Ho sempre desiderato imparare le varie costellazioni della volta celeste e in passato ho studiato con l’aiuto di un atlante; devo ammettere che con Stellarium la cosa diventa molto più affascinante oltre che più semplice e divertente… :applauso2:
Conoscete la storia delle stelle Altair e Vega e delle due stelle "figlie"? :fischio:
Se non mi vedete più scrivere nel Forum… colpa di Rob e di Stellarium! :risata4:
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19134
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:
Contatta:

Fenice ha scritto: Conoscete la storia delle stelle Altair e Vega e delle due stelle "figlie"?
No, che racconta? :occhi:

Situazione attuale dalla mia finestra:

Immagine


La Luna la vedo, Giove no perché coperto da un palazzo, ma verso mezzanotte dovrebbe uscire :lingua6:

Immagine
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19134
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:
Contatta:

Eccolo puntuale! Bravo Stellarium :applauso2:

Immagine (simulazione)

Immagine (foto reale)
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31338
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Rob ha scritto:Eccolo puntuale! Bravo Stellarium :applauso2:
Questo planetario è meraviglioso! :occhioni:
Appena ho modo di scaricarlo (servono circa 37 MB :carezza: ) mi diverto pure io con fotocamera e Stellarium! :applauso2:
Rob ha scritto:
Fenice ha scritto: Conoscete la storia delle stelle Altair e Vega e delle due stelle "figlie"?
No, che racconta? :occhi:
Lo hai voluto tu! :risata:
Ho salvato la storia in un file circa 3 anni fa: vale sempre. :felice2:
Da questa leggenda è nata la festa cinese degli innamorati, che cade ogni 7 luglio del calendario lunare.

Zhi Nu era la nipote dell’Imperatore Celeste e abitava sul bordo orientale della Via Lattea. Ogni giorno lavorava al telaio, usando misteriosi fili serici, per tessere strati e strati di belle nuvole. Queste ultime cambiavano di colore col variare del tempo e delle stagioni e venivano chiamate “il Vestito del Cielo”. Oltre a Zhi Nu, c’erano altre sei giovani fate, tutte sue sorelle. Anch’esse erano brave tessitrici, ma Zhi Nu era la più diligente e laboriosa.
Al di là della splendente Via Lattea c’era il mondo degli uomini. E tra i suoi abitanti c’era un bovaro, Niu Lang. I suoi genitori erano morti da tempo ed egli veniva maltrattato dal fratello e dalla cognata, i quali gli imposero la divisione dei beni della famiglia e gli lasciarono solo un vecchio bue.
Con esso Niu Lang lavorava sodo su un pezzo di terreno brullo, lo coltivava e vi costruì anche una capanna. Ma dopo due anni stentava ancora a tirare avanti. Inoltre, a parte il vecchio bue, nella capanna non c’era altro e si sentiva molto solo.
Un giorno, improvvisamente, il bue parlò a Niu Lang, dicendogli che Zhi Nu e le altre fate avrebbero fatto un bagno nella Via Lattea e gli raccomandò di prendere l’abito di Zhi Nu dopo che questa si fosse spogliata per il bagno: in questo modo lui avrebbe potuto prenderla in moglie. Stupito, Niu Lang seguì il consiglio del bue e si nascose fra le canne sulla riva della Via Lattea, attendendo l’arrivo di Zhi Nu e delle sue sorelle.
Poco dopo, Zhi Nu e le altre bellissime fate arrivarono, si spogliarono dei loro vestiti di seta e si immersero nel fiume: fu come se sulla superficie dell’acqua verde fossero sbocciati all’improvviso dei fiori di loto! Sbucando dal canneto, Niu Lang prese dal mucchio dei vestiti delle fate quello di Zhi Nu. Impaurite, le altre fate indossarono frettolosamente i loro vestiti e fuggirono via come uccelli spaventati. Nel fiume rimase solo Zhi Nu. Niu Lang le chiese di promettere di diventare sua moglie, altrimenti non le avrebbe restituito i vestiti. Costretta dalla vergogna a dare il suo consenso, Zhi Nu diventò la moglie di Niu Lang.
Una volta sposati, il bovaro e la tessitrice lavoravano duramente e vivevano in armonia. Non molto tempo dopo, i due sposi ebbero due bambini molto belli, un maschio e una femmina. I due coniugi credevano di poter vivere sempre insieme, fino alla loro morte.
Disgraziatamente, il padre di Zhi Nu, l’Imperatore Celeste, e la nonna materna, Wang Mu Niang Niang, quando seppero della cosa, si arrabbiarono; inviarono immediatamente gli Dei Celesti per richiamare Zhi Nu alla Corte del Cielo. Avendo paura che gli Dei facessero le cose con poca serietà, Wang Mu Niang Niang andò personalmente a controllare la situazione.
Zhi Nu si separò con molta tristezza dal marito e dai bambini e ritornò, scortata dagli Dei, nella Corte Celeste. Addolorato per la separazione dalla moglie, Niu Lang subito mise i figliuoli in due ceste e, portandole su un bilanciere, nella stessa notte si mise sulle tracce di Zhi Nu. Pensava di guardare la chiara acqua della Via Lattea, per giungere alla Corte celeste. Ma, arrivato sul posto, non vide più il fiume celeste. Guardando in alto, si accorse che il fiume era stato trasportato nel cielo dalla nonna materna, grazie ad una forza magica. Nell’azzurro firmamento notturno, la Via Lattea era ancora un corso d’acqua splendente, però era diventata lontana, inaccessibile per Niu Lang.
Ritornato a casa, il bovaro pianse disperatamente insieme ai figli. In quel frangente, il vecchio bue parlò per la seconda volta con voce umana: “Niu Lang, sto morendo. Dopo la mia morte, scuoiami e vestiti con la mia pelle, così potrai andare nel Paradiso!”
Dette queste parole, il vecchio bue crollò al suolo e morì. Niu Lang allora scuoiò il bue e si coprì della sua pelle, poi, portando su un bilanciere i due figliuoli, si recò nel cielo. Per equilibrare i due bambini, prese una mestola che aveva a portata di mano e la attaccò ad una estremità del fardello.
Giunto nel cielo, Niu Lang corse come il vento tra le stelle splendenti. Vedendo avvicinarsi la Via Lattea gli sembrò di vedere anche la moglie Zhi Nu. Niu Lang era molto contento, mentre i bambini, agitando le manine, gridavano all’unisono: “Mamma, mamma!” Ma Niu Lang non sapeva che cosa li aspettava: erano appena arrivati alla sponda del fiume per passarlo a guado, quando dall’alto del cielo spuntò ad un tratto una mano di donna. Infatti, la nonna materna, spazientita, si era tolta dai capelli la spilla d’oro e con essa tracciò un solco lungo la Via Lattea, così il corso d’acqua diventò un fiume impetuoso.
Davanti a questo fiume celeste, Niu Lang e i suoi figliuoli non potevano far altro che piangere: le loro lacrime erano incessanti come l'acqua del fiume celeste.
“Babbo, svuotiamo l’acqua del fiume con questa mestola fino a quando esso non si sarà asciugato!” La bambina propose con ingenuità. “Bene! Portiamo via tutta l’acqua del fiume!” Disperato,Niu Lang acconsentì senza alcuna esitazione.
Poi prese la mestola e cominciò a togliere via l’acqua del fiume. Quando si stancava, i figliuoli l’aiutavano con tutti gli sforzi. Il suo fermo e costante amore commosse finalmente il severo Imperatore Celeste e la nonna materna di Zhi Nu dal cuore freddo, i quali permisero ai due innamorati di incontrarsi una volta all’anno, la sera del settimo giorno del settimo mese lunare. Quel giorno, le gazze sarebbero venute a formare un ponte e su questo i due coniugi si sarebbero incontrati e avrebbero scambiato parole di amore e di nostalgia.
Da allora, Niu Lang e i suoi figli vissero nel Cielo, e guardavano da lontano Zhi Nu che viveva sull’altra riva del Fiume celeste. Ancora oggi, d’autunno, tra le innumerevoli stelle del cielo notturno, possiamo vedere due stelle più grandi, che brillano ai due lati della Via Lattea: sono la stella Altair e quella Vega. Si allineano con Altair altre due stelle più piccole: si dice che siano i loro figli.
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19134
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:
Contatta:

Immagine

Eccole Altair della costellazione dell'Aquila e Vega della Lira, rispettivamente a 16.77 e 25.30 Anni Luce di distanza dalla Terra.

Le due stelle allineate ad Altair sono, da sinistra a destra, Alshain e Tarazed.

:sorriso2:


Riguardo al mio precedente post, aguzzando la vista e lavorando sulla luminosità della foto reale si notano alcune stelle del Sagittario! :cincin:

Immagine (simulazione)

Immagine (foto reale)


Purtroppo la luminosità cittadina non permette di apprezzare maggiori dettagli. Continuo comunque a rimanere stupefatto per la precisione geometrica della mappa virtuale. :perplesso3:
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31338
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Grazie! :abbraccio:
Ciao Alshain e Tarazed! :ciao:

Mi associo al tuo stupore… :occhioni:
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31338
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Ho effettuato il Download per Windows e scaricato la Guida in Italiano (PDF): è utile scaricare altro? :perplesso7:
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19134
Iscritto il: 06/01/2008, 4:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:
Contatta:

Per iniziare no, anzi si può utilizzare il programma benissimo anche senza la guida perché è molto intuitivo. :sorriso2:
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31338
Iscritto il: 06/01/2008, 15:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Ok, grazie. Però lo provo oggi con calma... se no faccio mattina. :risata4:
Rispondi