Le acque minerali

La nostra alimentazione: consigli per mangiare e vivere meglio

Che tipo di acqua bevete in prevalenza?

Liscia del rubinetto
4
36%
In bottiglia, liscia
4
36%
In bottiglia, effervescente naturale
2
18%
In bottiglia, leggermente frizzante
1
9%
In bottiglia, frizzante
0
Nessun voto
 
Voti totali: 11
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19242
Iscritto il: 06/01/2008, 3:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:

Messaggio

Immagine


:freccia2: Cosa sono?

Per poter essere definita minerale, un'acqua deve provenire da riserve sotterranee, naturali e protette da contaminazioni ed essere batteriologicamente pura. Sono permesse l'aggiunta di anidride carbonica e l'eliminazione di ferro e zolfo. Il riconoscimento ufficiale come acqua minerale da parte del ministero della salute avviene dopo accurate analisi (geologiche, chimiche, fisiche e microbiologiche), si esaminano anche le proprietà curative farmacologiche e medicinali. Sono prescritti assidui controlli della qualità dell'acqua e dei processi di lavorazione e imbottigliamento da parte degli esercenti (interni) e delle unità sanitarie (esterni). [centroconsumatori.it]

:freccia2: Come si classificano?

Le caratteristiche e le proprietà salutari dipendono dalla fonte di provenienza e dai sali minerali che vengono trascinati durante il lungo cammino sotterraneo attraverso le rocce, prima di sgorgare in superficie. In base al tipo di minerali in esse disciolti, indicati come "residuo fisso" (cioè la quantità di sali minerali depositati da un litro di acqua fatto evaporare a 180°), le acque minerali vengono classificate come:
  • acque minimamente mineralizzate: il residuo fisso a 180° è inferiore a 50 mg/l.
  • acque oligominerali (o leggermente mineralizzate): il residuo fisso è compreso tra 50 e 500 mg/l.
  • acque mediominerali: il residuo fisso è compreso tra 500 e 1500 mg/l.
  • acque ricche di sali minerali: il residuo fisso è superiore a 1500 mg/l.
Esistono poi delle sottocategorie, in base alla composizione del residuo fisso:
  • bicarbonata, se il bicarbonato è superiore a 600 mg/l - aiuta i processi enzimatici della digestione
  • solfata, se i solfati sono superiori a 200 mg/l - effetto lassativo, può interferire con l'assorbimento del calcio
  • clorurata, se il cloruro è superiore a 200 mg/l - effetti sull'attività dell'intestino, della cistifellea e del fegato, sconsigliate agli ipertesi
  • calcica, se il calcio è superiore a 150 mg/l - indicata in caso di allergia al latte, gravidanza e per bambini in fase di crescita
  • magnesiaca, se il magnesio è superiore a 50 mg/l - adatta in caso di stress
  • fluorata, se il fluoro è superiore a 1 mg/l - indicata per l'osteoporosi, può dar luogo alla screziatura nello smalto dei denti
  • ferruginosa, se il ferro bivalente è superiore a 1 mg/l - indicata per l'anemia
  • acidula, se l'anidride carbonica libera è superiore a 250 mg/l - non adatta a persone con problemi di stomaco ed intestinali
  • sodica, se il sodio è superiore a 200 mg/l - effetti sull'attività dell'intestino, della cistifellea e del fegato, non adatta in caso di alta pressione
  • iposodica, indicata per le diete povere di sodio, se il sodio è inferiore a 20 mg/l - indicata in caso di alta pressione
Un'altra caratteristica è la presenza e la quantità di anidride carbonica disciolta, che provoca il classico effetto frizzante. Tale elemento può essere anche naturalmente presente nell'acqua. Avremo quindi un'acqua minerale:
  • liscia: non vi è aggiunta di anidride carbonica, né è presente naturalmente
  • effervescente naturale: vi è una quantità, solitamente modesta, di anidride carbonica presente alla sorgente
  • leggermente frizzante: vi è una modesta quantità di anidride carbonica addizionata
  • frizzante: addizionata di anidride carbonica
Questi invece sono gli elementi nocivi ed i rispettivi limiti massimi tollerati per legge: fluoro a parte, che in piccole quantità può essere utile, meno ce ne sono meglio è!
  • Antimonio 0,0050 mg/L
  • Arsenico 0,010 m/L calcolato come As totale
  • Bario 1,0 mg/L
  • Boro 5,0 mg/L
  • Cadmio 0,003 mg/L
  • Cianuro 0,010 mg/L
  • Cromo 0,050 mg/L
  • Fluoruri 5,0 mg/L (1,5 mg/L per acque destinate all'infanzia)
  • Manganese 0,50 mg/L
  • Mercurio 0,0010 mg/L
  • Nichel 0,020 mg/L
  • Nitrati 45 mg/L (10 mg/L per acque destinate all'infanzia)
  • Nitriti 0,02 mg/L
  • Piombo 0,010 mg/L
  • Rame 1,0 mg/L
  • Selenio 0,010 mg/L

Composizione delle principali acque minerali [sostanze disciolte espresse in mg/l]


Attenzione: la tabella non viene visualizzata correttamente con Internet Explorer 6

[hr][/hr]

E' buona la vostra acqua del rubinetto? Consumate molta acqua in bottiglia? Se sì, quale? Preferite quelle leggere (basso residuo fisso) o quelle più "saporite"? Per quanto mi riguarda, l'acqua del mio rubinetto è abbastanza bevibile, a volte si sente un po' il cloro, ma a preoccuparmi maggiormente è l'alto contenuto di calcare. La sostituisco solitamente con quella liscia oligominerale in bottiglia, che uso anche per fare il caffè. :sorriso2:
Avatar utente
S_RCS
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 2144
Iscritto il: 29/05/2008, 13:32
Sesso:

Messaggio

io bevo sempre quella del rubinetto, è buonissima e non sa mai di cloro, il residuo fisso penso sia minimo...infatti quando mi sposto in altre zone, mi trovo sempre in difficoltà, nel senso che si sente la differenza, o troppo cloro, o troppo pesante o non si può proprio bere. che dire da queste parti ci va proprio bene riguardo all'acqua
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31355
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

L'acqua del del rubinetto dalle mie parti è imbevibile: un'ordinanza comunale dell'estate 2007 avvisava i cittadini di utilizzare l'acqua solo per lavarsi a causa di una contaminazione... :azz2: (Sinceramente non ero tranquilla nemmeno quando mi lavavo). Il sapore non è proprio terribile, quindi per fare il caffé la utilizziamo.
Pensate che poco fuori dal mio paese c'è una fontana da cui sgorga l'acqua della sorgente del Peschiera, quella che raggiunge Roma. Utilizziamo quell'acqua solo nel caso in cui nel mio paese abbiano interrotto l'erogazione: in passato mio padre andava a prenderne alcune bottiglie la domenica mattina, ma ormai in casa hanno preso l'abitudine di bere l'acqua effervescente naturale imbottigliata. :boh:
L'acqua effervescente naturale non è sempre della stessa marca: variamo parecchio e credo sia un bene.
Io, inoltre, alterno acqua liscia e effervescente naturale: ci sono sempre due bottiglie aperte in casa, ma sono soprattutto io che bevo la prima (ho chiesto io di comprarla), mentre mio fratello non l'assaggia proprio.
Avatar utente
Timida26
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 6752
Iscritto il: 30/05/2008, 11:09
Sesso:

Messaggio

Rob ha scritto: E' buona la vostra acqua del rubinetto? Consumate molta acqua in bottiglia? Se sì, quale? Preferite quelle leggere (basso residuo fisso) o quelle più "saporite"? Per quanto mi riguarda, l'acqua del mio rubinetto è abbastanza bevibile, a volte si sente un po' il cloro, ma a preoccuparmi maggiormente è l'alto contenuto di calcare. La sostituisco solitamente con quella liscia oligominerale in bottiglia, che uso anche per fare il caffè. :sorriso2:
A me non piace l'acqua del rubinetto, credo anche che sia potabile ma proprio non mi piace. Bevo prevalentemente acqua in bottiglia liscia. Non sto molto atteta alla marca, mi capita di comprare san benedetto, levissima, lillia...ma anche acque a marchio (auchan, esselunga...)
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31355
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

E' davvero un peccato che non ti piaccia: un paio di anni fa ho visto i risultati delle analisi dell'acqua di Milano e di quella di Roma e in entrambi i casi i risultati erano buoni. Inoltre è di pochi giorni fa la notizia che si beve a Milano l'acqua più economica d'Italia ed è anche buona (il 57 per cento dei residenti la beve).

:freccia2: La notizia
Avatar utente
S_RCS
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 2144
Iscritto il: 29/05/2008, 13:32
Sesso:

Messaggio

ci credo che l'acqua di roma è buona, viene dalle sorgenti delle Capore che stanno a rieti...il bello è che loro la pagano meno di noi :impreca:
Avatar utente
Timida26
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 6752
Iscritto il: 30/05/2008, 11:09
Sesso:

Messaggio

Fenice ha scritto:E' davvero un peccato che non ti piaccia: un paio di anni fa ho visto i risultati delle analisi dell'acqua di Milano e di quella di Roma e in entrambi i casi i risultati erano buoni. Inoltre è di pochi giorni fa la notizia che si beve a Milano l'acqua più economica d'Italia ed è anche buona (il 57 per cento dei residenti la beve).
Ho sentito anche io che a Milano l'acqua risulta fra le migliori, è un sondaggio che è venuto fuori anche qualche mese fa...ma io non posso farci niente, proprio non riesco a berla.
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19242
Iscritto il: 06/01/2008, 3:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:

Messaggio

L'acqua di Milano contiene molto calcare (320 milligrammi per litro), probabilmente ti dà fastidio quello, visto anche che le marche che hai elencato (quelle famose, delle altre non conosco la composizione) sono tutte oligominerali, quindi con basso residuo fisso e poco saporite.
Da un rapido sguardo alla tabella, comunque, si ridimensionano immediatamente alcuni noti slogan pubblicitari: "Rocchetta: la leggera" e "Lete: povera di sodio": c'è chi fa molto meglio di loro! :leggi2:
Avatar utente
S_RCS
Very Important Poster
Very Important Poster
Messaggi: 2144
Iscritto il: 29/05/2008, 13:32
Sesso:

Messaggio

hai ragione Rob, le publicità sono anche troppo sbagliate...il fatto che la gente compra quelle senza leggere e così rimane fregata, poi se glielo vai a dire ti dicono pure che non è vero :pianto3:
Terence
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 914
Iscritto il: 13/10/2008, 17:42
Sesso:

Messaggio

In bottiglia, leggermente frizzante.