Carboidrati per gli uomini, proteine per le donne

La nostra alimentazione: consigli per mangiare e vivere meglio
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Uomini e donne dovrebbero seguire un regime alimentare diverso: a sostenerlo è il primo studio (australiano) che mette in relazione il regime alimentare con il sesso di una persona. Nulla di nuovo, ma, secondo i ricercatori della UNSW (University of New South Wales) di Sidney e della Massey University di Wellington, uomini e donne dovrebbero seguire diete diverse perché in caso contrario si manifesterebbe un conflitto interno capace di influire negativamente persino sulla capacità riproduttiva. :occhi:

<<I ricercatori australiani, nello studio pubblicato sulla rivista "Current Biology", hanno infatti riscontrato un significativo aumento della vita media di uomini e donne con una dieta ricca di carboidrati e povera di proteine. Ma la capacità riproduttiva degli esaminati varierebbe, secondo loro, a seconda del bilanciamento di queste sostanze: in particolare, gli uomini vivrebbero più a lungo e avrebbero un maggior successo riproduttivo con una dieta che favorisca i carboidrati rispetto alle proteine in un rapporto di 8 a 1, mentre le donne incontrerebbero una situazione più favorevole con un rapporto di 1 a 1.( :ko: ) Questo significa che gli uomini dovrebbero mangiare molta più pasta che carne, e che le donne dovrebbero assimilare molte più proteine rispetto ai loro compagni.( :aiuto: )
Lo studio australiano è stato coordinato dal dottor Alexei Maklakov, il quale precisa: "Malgrado tutto, le preferenze alimentari tra sessi diversi sono piuttosto simili. Dunque, invece che scegliere il cibo in base alle proprie peculiarità, spesso si opta per una dieta "intermedia", non del tutto buona né per gli uomini né per le donne".
La dieta Mediterranea prescrive invece che il 55-60% delle calorie giornaliere venga assimilato dai carboidrati, il 12-15 % dalle proteine e meno del 30% dai grassi. Il nostro Paese, stando ai dati del Food Balance Sheets della FAO, resta comunque al vertice della classifica quanto a correttezza alimentare: negli anni '50 e '60 i livelli di assunzione di proteine e carboidrati erano identici a quelli di oggi e questo significa che né i fast food né la vita frenetica sono ancora riusciti a scalfire l'amore del Bel Paese per la sana cucina.
E forse i ricercatori non hanno calcolato che anche il "mangiare insieme" fa bene, triste pensare a una coppia ognuno con il suo piattino.>>
[Fonte: LaRepubblica - 19 luglio 2008]

Sarei proprio curiosa di sapere in che percentuale (di sicuro piccolissima :occhi4: ) mangiare più carboidrati che proteine ha effetti negativi sulla capacità riproduttiva delle donne… Io mi fido della dieta Mediterranea che prescrive che il 55-60% delle calorie giornaliere venga assimilato dai carboidrati, il 12-15 % dalle proteine e meno del 30% dai grassi.
E poi che tristezza non poter mangiare insieme alla persona che si Ama perché serve differenziare l'apporto di carboidrati e proteine! :ko:
Avatar utente
chicca
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 875
Iscritto il: 01/06/2008, 10:52
Località: Rieti
Sesso:

Messaggio

....Che cavolate che s'inventano!!! E ci fanno pure degli studi!!
La dieta mediterranea è la migliore....ha ragione Fenice!
E poi anche le donne hanno bisogno di energie! I carboidrati sono la prima fonte di nutrizione per il nostro organismo!!Ne abbiamo troppo bisogno sia uomini che donne!
E poi se noi mangiassimo più proteine ci metteremo di più a dimagrire!! :risata4: I grassi non bruciano se non ci sono i carboidrati!! :sorriso:
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Io vivrei di pizza, pasta e frutta (le due porzioni giornaliere consigliate contengono mediamente solo 20-30 grammi di carboidrati), quindi se mi tolgono i carboidrati… che tristezza! :pianto3:
Se il nostro corpo non avesse bisogno di un po' tutte le sostanze, potrei tranquillamente fare a meno della carne: mi basterebbero le proteine contenute nei condimenti vari della pizza. :risata4:
Avatar utente
Rob
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 19293
Iscritto il: 06/01/2008, 3:41
Località: 127.0.0.1
Sesso:

Messaggio

Che i fabbisogni alimentari medi degli uomini e delle donne siano diversi non mi sembra una grande scoperta, diversa costituzione implica diverse tipologie e quantità di sostanze necessarie per mantenerla. A parità di stile di vita l'uomo brucia più calorie in virtù della maggior massa muscolare (come i motori di una macchina che, più potenti sono più consumano in ogni condizione) e quindi ne necessita di una maggior apporto. Quello su cui invece si dice sempre tutto ed il contrario di tutto sono i presunti effetti che una determinata dieta avrebbe sull'organismo, tutti si sentono scienziati della nutrizione uscendosene con le teorie più disparate. Ci sono ben pochi punti su cui tutti o quasi sembrano essere d'accordo, mangiare un po' di tutto senza esagerazioni è uno di quelli, che naturalmente condivido anch'io. :ok:

( :penso: mi son quasi autoconvinto a mangiare gli spinaci che ho in freezer da due mesi :stordito2: )
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Che fai? Predichi bene e razzoli male? :perplesso7:
Mangiare un po’ di tutto e poi non mangi gli spinaci da due mesi? :nono2:
Un po’ di tutto comprende pasta, pane, carne, pesce, uova, formaggio, latte, yogurt, frutta, verdura, legumi, dolci,…
Togli il quasi e mangia gli spinaci! :minaccioso: Poi metti le prove qui. :leggi:
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Nature, un'alimentazione troppo ricca di carboidrati e zuccheri compromette nel cervello il meccanismo di controllo della fame. Lo conferma il nutrizionista Michele Carruba, il quale precisa che la dieta mediterranea non crea alcun problema, sono i dolci e gli alimenti ricchi di zucchero a 'stressare' le cellule del cervello. <<"Quando ingeriamo troppi carboidrati semplici, come quelli che troviamo nei dolci - spiega l'esperto - il glucosio circolante nel sangue raggiunge rapidamente picchi elevati". Le cellule dell'organismo, che hanno negli zuccheri il loro carburante, sono così costrette a bruciarne grandi quantità in poco tempo, non senza conseguenze. "L'ossidazione degli zuccheri nella cellula - aggiunge Carruba - provoca la formazione di radicali liberi, che se generati in eccesso possono danneggiarla". A lungo andare, una dieta squilibrata può dunque creare problemi ai neuroni del cervello, come quelli 'blocca-fame' Pomc, e in genere a tutte le cellule dell'organismo. "In particolare - continua il nutrizionista - la tossicità degli zuccheri colpisce le cellule del pancreas, predisponendo all'insorgenza del diabete". Se zucchero e dolci sono i principali imputati, i protagonisti della dieta mediterranea sono salvi. Carboidrati complessi come pasta e pane, conclude Carruba, "non creano problemi perché liberano glucosio lentamente e non generano picchi pericolosi." :applauso2:

W la pizza e la pasta! (e pure W i dolci, tanto ormai il mio meccanismo di regolazione della fame è ko :risata: )
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Fenice ha scritto:Io mi fido della dieta Mediterranea che prescrive che il 55-60% delle calorie giornaliere venga assimilato dai carboidrati, il 12-15 % dalle proteine e meno del 30% dai grassi.
E ora anche gli studi ci danno ragione! :applauso2:

<<Una ricerca condotta da un'equipe tutta italiana diretta da Francesco Sofi (Universita' di Firenze) e pubblicata oggi dalla rivista scientifica "British Medical Journal" dimostra che seguire in modo scrupoloso la sana dieta mediterranea riduce del 6 per cento il rischio di ammalarsi di cancro, del 9 per cento il rischio di ictus e infarto e addirittura del 13 per cento l'incidenza di malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson o l'Alzheimer. La condizione e' pero' il rispetto rigido della dieta: tanta frutta e verdura, cereali, legumi e olio d'oliva; poca carne e latticini e in piu' l'uso moderato del vino ai pasti.>>

[Fonte: AGI - 12 settembre 2008]
W la dieta mediterranea! Tanta frutta, verdura, cereali e legumi :ok2: e poca carne :ko: .
Avatar utente
Fenice
Amministratrice
Amministratrice
Messaggi: 31356
Iscritto il: 06/01/2008, 14:53
Località: Prope Caput Mundi
Sesso:

Messaggio

Mi sono imbattuta in questo topic che ho aperto oltre 5 anni fa: curioso leggere dei problemi riproduttivi se le donne non mangiano carboidrati e proteine con un rapporto 1:1... Infatti una mia amica ha partorito pochi giorni fa la sua secondogenita e mia cognata partorirà a breve ed entrambe sono grandi mangione di pasta e pizza, come me se non peggio. :occhi:
Anche a distanza di anni resto convinta che la dieta mediterranea sia la migliore per stare in buona salute (non solo fisica, ma anche mentale): io rispetto la piramide alimentare quasi in tutto, a parte per i dolci (sono troppo ghiotta :lingua6: ) e per l'attività fisica (già ho poca voglia, poi il tempo è quasi nullo...).